LE PROPOSTE DEL CESE PER CONCRETIZZARE LA CYBERSICUREZZA

Privacy

E’ da tempo ormai che la maggior parte degli utenti sono terrorizzati dalla criminalità informatica. Secondo un’indagine effettuata, circa l’ 80% degli utilizzatori di Internet teme che i siti visitati non proteggano in modo adeguato i dati da loro forniti. Ad incrementare il timore sono i malware che intaccano i device, le operazioni effettuate da home banking e il furto di identità, oltre che il cyberbullismo. Questo timore è avvertito non solo dagli utenti italiani, ma è diffuso in tutto il mondo.

A tal proposito, il Comitato Economico e Sociale europeo (CESE), propone delle misure da adottare per la cybersicurezza, rafforzando in particolar modo l’Agenzia dell’Unione Europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione (ENISA). Il CESE sostiene che il mandato dell’ENISA dovrebbe essere permanente e dovrebbe disporre di maggiori risorse economiche concentrandosi sull’ e-government, soprattutto per prevenire il furto delle identità digitali. E’ necessario, inoltre, intensificare la cooperazione tra gli Stati membri e i soggetti coinvolti, istituendo delle reti di collegamento nazionali, che si occupino di cybersicurezza, in quanto, non tutti gli Stati europei dispongono di un organismo con le funzioni analoghe a quelle dell’ENISA.

L’Unione Europea, secondo il CESE, dovrebbe incrementare gli investimenti nel campo della cybersicurezza e dovrebbe acquisire una supremazia digitale. Il Comitato, inoltre, sostiene fortemente l’istituzione di un quadro europeo di certificazione, per fornire soluzioni ai problemi comuni di cybersicurezza così, sarà più facile proteggere il mercato unico digitale. Uno dei processi di certificazione potrebbe essere quello di un sistema di etichettatura da apporre su device importati da altri paesi, eliminando le frammentazioni riscontrate a causa dei diversi sistemi nazionali di certificazione. Gli utenti saranno tutelati maggiormente dalle linee d’azioni proposte dal CESE, trasformando la cybersicurezza in una concretezza ed incrementando la fiducia degli utilizzatori nei confronti di Internet.