WEARABLE DEVICE, VERSO UN FUTURO ALL’INSEGNA DELLO SHOPPING

Privacy

È sempre più in aumento la richiesta di wearable device abilitati ai pagamenti. I consumatori italiani, risultano in linea con quelli che sono i trend del resto dell’Europa, mostrandosi incuriositi dal provare i nuovi metodi di pagamento.

Durante il Mobile World Congress di Barcellona, è stata presentata un’analisi effettuata su un target di consumatori europei per verificare la loro propensione nel cambiamento dei metodi di pagamento. Infatti, dall’analisi è stato rilevato che circa il 25% della popolazione è propensa ai pagamenti contactless mediante smartwatch e altri wearable device.

Inizialmente, i dispositivi indossabili erano usati per calcolare l’attività cardiaca o il numero di passi effettuati in una giornata, ma si stanno evolvendo sempre più, grazie al progresso della tecnologia, diventando un prodotto di massa. Nell’ultimo anno si è registrato un aumento percentuale della domanda di questi dispositivi di circa il 23%, dato che sicuramente dipende dall’incremento della fiducia dei consumatori verso la new technology. Una notevole riduzione si è registrata per quanto riguarda il timore dei consumatori riguardo il rischio di frode, tanto che, il tasso di crescita delle transazioni contactless, è in costante aumento. In Italia, i consumatori utilizzano i dispositivi elettronici per acquistare beni o servizi, mostrando un andamento verso un mondo sempre più digitalizzato dei consumi, e ritengono questi metodi di pagamento comodi, veloci e sicuri.