Crolla scala mobile a Roma, U.Di.Con.: “Una città che cade a pezzi”

Comunicati Stampa, Trasporti

Roma, 24/10/2018 – “Ci sono due grandi eventi da sottolineare per quanto successo nella serata di ieri sulla scala mobile della fermata Repubblica della metro A di Roma – scrive in una nota il Presidente Regionale U.Di.Con. Lazio Martina Donini – il primo è che troviamo assurdo che si lascino girare in totale tranquillità dei tifosi ultras per le strade della Capitale, in preda all’alcol, mettendo a rischio la salute dei cittadini. Il secondo è che per quando potessero essere fuori di senno queste persone e per quanto potessero muoversi o saltare sulle scale mobili, in ogni caso è inconcepibile che le scale mobili cedano in questo modo”

Una partita di calcio a Roma, dei tifosi impazziti per la città, nessun controllo o forse non quello giusto. Non solo, una scala mobile di una delle fermate centrali della Capitale che frana letteralmente per l’eccessivo movimento delle persone che si trovavano sopra. Un altro grave episodio che poteva essere evitato e che invece i cittadini romani hanno dovuto subire.

“Ci sono dei feriti, alcuni molto gravi, ricoverati in codice rosso in diversi ospedali di Roma. Tutti eventi che potevano essere evitati, chissà, con una semplice manutenzione ordinaria, anche se rinnovare le strutture delle fermate metro a Roma vorremmo non fosse utopia – conclude Donini – presenteremo un esposto perché riteniamo necessario tutelare tutti quei consumatori che hanno subito un danno o che potevano subirlo e ci riserveremo ulteriori azioni in futuro se questo non dovesse bastare”.