Incendio a Frosinone, U.Di.Con. “Preoccupazione per i cittadini, si faccia chiarezza sulle responsabilità”

Ambiente, Comunicati Stampa, Sanità e Salute

Roma, 24/05/2016 – “Non possiamo che esprimere preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare ieri a Frosinone. L’intera area è a rischio – scrive in una nota il Presidente Regionale dell’U.Di.Con. Lazio, Martina Donini – attendiamo i risultati dei rilievi di terra e aria effettuati dagli ispettori dell’Arpa per avere informazioni più precise sull’esistenza o meno di avvelenamento ambientale.”

 

Una coltre di fumo nero e maleodorante si è diffusa nel frusinate ed ha reso l’aria irrespirabile, nella giornata di domenica 23 giugno, a causa di un incendio sviluppatosi all’interno di uno dei capannoni dello stabilimento di M.Eco.Ris., azienda che si occupa della rimozione e smaltimento controllato di materiale contenente cemento-amianto, situato nella zona industriale della cittadina laziale. Interdetto per motivi di sicurezza anche l’accesso al deposito Cotral, adiacente all’area interessata, con gravi ripercussioni sulla mobilità dell’intera provincia.

 

“Invitiamo la popolazione a seguire l’ordinanza comunale, che vieta la raccolta di ortaggi e l’utilizzo dei pozzi nei prossimi 15 giorni – continua Donini – alcune persone hanno subito una leggera intossicazione, ma per fortuna non sembrano esserci gravi conseguenze, grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri Forestali, ai quali vanno i nostri complimenti. Saranno condotte delle indagini, dal momento che la matrice dolosa non è ancora stata esclusa – conclude Donini – i gravi disagi che la popolazione deve subire non possono restare impuniti, per cui chiediamo che venga fatta chiarezza e vengano individuati i responsabili in quanto ne va della salute dei cittadini.”