Tempi di attesa bus a Roma, U.Di.Con. “Basta con questo scempio”

Comunicati Stampa, Trasporti

02/09/2019 – “Roma continua a essere in cima alle classifiche, peccato siano quelle sbagliate – scrive in una nota il Presidente Regionale dell’U.Di.Con. Lazio, Martina Donini – e così, dopo essersi classificata seconda tra le capitali con più traffico al mondo, dietro a Bogotà, questa volta la medaglia d’argento tocca all’eccellente trasporto pubblico, che fa registrare un tempo di attesa medio dei bus di 20 minuti, 8 in meno di Brasilia. Oltre il 39% di questi passeggeri, inoltre, aspetta anche più di 20 minuti prima di salire sull’agognato autobus mentre, per avere un termine di paragone, a Milano la media di attesa è di 11 minuti e per il 12% dei pendolari si protrae oltre i 20 minuti”.

Moovit, nota applicazione per il controllo dei tempi di attesa dei mezzi pubblici presente in oltre 150 città, ha pubblicato delle statistiche calcolate dai dati che raccoglie tramite i suoi utenti; quelli riguardanti la capitale sono particolarmente significativi, considerando che i romani in media percorrono meno chilometri dei pendolari milanesi, 6,8 km contro 7,7 km, nonostante il 22% di loro, contro il 14% del capoluogo lombardo, passi oltre 2 ore al giorno sui mezzi pubblici.

“L’Atac ha in più di un’occasione dimostrato che la soddisfazione degli utenti è all’ultimo posto dei loro pensieri, bus fatiscenti e maleodoranti, stazioni della metro che cadono a pezzi, attese interminabili e una popolazione che ormai è nello sconforto più assoluto quando si tratta di prendere i mezzi pubblici, con conseguenze nefaste per la mobilità e per l’inquinamento atmosferico; e cosa fa l’amministrazione in una situazione di perenne emergenza? – continua Donini – Non solo non prende provvedimenti urgenti, riorganizzando le proprie organizzazioni da cima a fondo, ma sonnecchia e anzi va a fare delle discutibilissime parate, presentando i bus appena arrivati invece che metterli subito a disposizione della popolazione, immaginate il sindaco di New York fare una cosa del genere! E la situazione, con l’arrivo dell’inverno, non può far altro che peggiorare – conclude Donini – basti considerare che al primo acquazzone estivo la viabilità è già in tilt, con il sottovia Guidi a Muro Torto chiuso per allagamento. Siamo stanchi e così lo è la popolazione romana; ci appelliamo alle persone di buon senso senz’altro presenti nelle fila dell’amministrazione e dell’agenzia di trasporti affinché prendano dei provvedimenti, i romani non meritano questo scempio”.