Metro A al buio, ennesimo stop delle scale mobili. U.Di.Con.: “Garantire sicurezza per i consumatori”

Comunicati Stampa, Trasporti

Roma, 13/09/2019 – “Dopo i guasti nelle stazioni di Repubblica e Barberini, gli utenti che hanno utilizzato la Metropolitana nella mattinata di oggi, hanno dovuto anche cercare di sviluppare una vista ad infrarossi, vista la totale assenza di luce alla fermata di Termini – scrive in una nota il Presidente Regionale U.Di.Con. Lazio, Martina Donini – oltre ai consueti problemi che ne fermano il funzionamento, ora sembra che ci siano di mezzo anche manomissioni volontarie ai sistemi di sicurezza. Infatti in seguito a questi continui disagi, il gip ha disposto la sospensione di tre dirigenti Atac e dell’amministratore unico di Metroroma, ovvero la società che si era aggiudicata l’appalto per la manutenzione delle scale mobili.  Dopo i precedenti guasti – continua Donini – è emersa la mancata effettuazione della manutenzione e, in alcuni casi, la manomissione volontaria dei dispositivi di sicurezza delle scale. Questi due elementi, messi insieme, rendono di fatto pericoloso ogni viaggio sulla metro di Roma, attentando alla salute del pubblico che ne usufruisce giornalmente. Oltre a queste gravi mancanze sembrerebbero emergere anche la falsificazione dei documenti relativi alla manutenzione e anche l’occultamento delle manomissioni. Tutti questi elementi – conclude Donini – fanno presagire un continuo peggioramento della situazione se non ci sarà un immediato cambio di direzione, sia a livello dirigenziale che a livello gestionale di queste emergenze e guasti. Chiediamo immediati chiarimenti in merito allo stato reale della Metropolitana romana, al fine di garantire un servizio quantomeno sicuro per i consumatori”.