Muore anziana a Roma in fila alle Poste, l’U.Di.Con. insiste su tavolo di confronto

Comunicati Stampa, Sanità e Salute

Roma, 17/04/2020 – “Stiamo vivendo un periodo molto difficile sotto molti punti di vista, sanitario, economico e soprattutto sociale – scrive in una nota il Presidente Regionale dell’U.Di.Con. Lazio, Martina Donini – i cittadini hanno dovuto cambiare le proprie abitudini all’improvviso e non è stato facile soprattutto per la fascia di popolazione più anziana. Quanto accaduto ieri mattina a Roma è la dimostrazione del fatto che le Istituzioni non siano ancora pronte a fornire dei mezzi di prevenzione del contagio mettendo in pericolo la vita dei cittadini. Proprio quello che è successo ad una signora anziana di 75 anni, mentre faceva la fila per entrare nell’Ufficio Postale della Balduina, che è stata investita da un’auto che viaggiava ad alta velocità – continua Donini – la fila per entrare alle Poste era così lunga a causa del distanziamento per il Covid-19 che arrivava sulla strada. Una tragedia inevitabile dato che non c’era nessuna transenna a delimitare la fila. Siamo totalmente d’accordo con il far rispettare le distanze di sicurezza sociali, ma non possono succedere queste tragedie, invitiamo Poste a ripristinare il servizio di prenotazione tramite APP così da evitare di rendere le file troppo lunghe. Bisogna adottare delle misure di tutela e di protezione idonee per far sì che anche chi è costretto ad uscire per pagare un’utenza o per fare la spesa, e magari non pratico con i servizi internet, non venga messo in una posizione di rischiare la vita. Siamo ancora più convinti di quanto sia necessario ciò che abbiamo richiesto proprio ieri a Poste Italiane, ovvero l’istituzione di un tavolo di confronto per capire quali ulteriori misure hanno intenzione di mettere in atto per la tutela dei cittadini, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione che si recano più frequentemente presso i loro uffici – conclude Donini – perché in ballo c’è la vita delle persone”.